Reddito di Cittadinanza e puc, dal Meetup Siracusa alcune proposte sul possibile impiego dei percettori

Nell’ambito dei PUC, progetti utili alla collettività, il meetup Siracusa ha sollecitato, già mesi addietro, l’amministrazione comunale ad iscriversi alla piattaforma Gepi per poter avviare l’iter burocratico previsto dal decreto pubblicato in G.U. n. 5 dell’8 gennaio 2020. Il meetup cittadino, nella consapevolezza che i tempi tecnici per l’attivazione dei vari organi ed uffici comunali in merito all’avvio dei progetti riguardanti i puc possa, spesso, richiedere alcune settimane ha già stilato un piano da sottoporre ai funzionari preposti. Di fatto, attraverso il contributo dei cittadini, ascoltando le loro idee e con il concorso del proprio gruppo di lavoro aperto alla cittadinanza sono stati individuati degli ambiti di operatività che tenessero come riferimento i settori elencati nel decreto in predicato. Tale decreto, prevede la possibilità di utilizzare per la realizzazione dei progetti i beneficiari del rdc nel sociale, in ambito culturale, quello formativo, quello della tutela dei beni comuni, quello ambientale e artistico. Pertanto, sono state selezionate, grazie alle segnalazioni dei cittadini, le criticità più lampanti ed evidenti del nostro territorio alle quali cercare di dare soluzione.

I cittadini suggeriscono:
– gestione del servizio del dopo scuola
– sorveglianza parchi e aree verdi, piste ciclabili
– campagna comunicazione sulla raccolta differenziata (nei
quartieri, nelle scuole)
– pulizia aree non coperte dal verde pubblico
– supporto ai vigili all’entrata ed uscita dalle scuole
– ampliamento dell’orario di apertura e chiusura delle biblioteche
– supporto domiciliare a disabili e anziani
– tinteggiatura locali scolastici
– campus estivi comunali gratuiti per i bambini
– sport inclusivo nelle aree pubbliche
– progetti mirati ai servizi turistici come la realizzazione di info
point posizionati in aree strategiche.

La realizzazione di tali progetti, da parte dell’amministrazione comunale, potrebbe produrre, già da subito, parecchi benefici infatti, con l’impiego delle unità che percepiscono il reddito di cittadinanza, potrà attuare cambiamenti sul decoro urbano, un maggiore controllo nell’ utilizzo dei beni comuni, senza sottovalutare gli effetti positivi sui servizi in una citta a vocazione turistica.

Considerando,che le coperture economiche per realizzare i progetti sono garantite dal Fondo di povertà e dal Pon Inclusione, ci si augura che l’amministrazione si attivi al più presto ed inizi a dare a questa città il lustro che merita.
I PUC RAPPRESENTANO UN’OCCASIONE DI INCLUSIONE E CRESCITA PER I BENEFICIARI E PER LA COLLETTIVITA’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.