Sobrietà e serietà in tempi di crisi

 

Abbiamo assistito, negli ultimi giorni, ad una vera e propria epurazione, che ha decapitato parte della giunta comunale che era stata formata all’indomani della vittoria elettorale dal Sindaco Garozzo. Epurazione in stile “staliniano” dettata da una vera e propria guerra intestina di correnti che si sta consumando all’interno del PD. Guerra, ovviamente, che non interessa per niente alla cittadinanza di Siracusa che, votata da anni al martirio, è costretta a dare in termini di tasse e tributi più di quanto non riceva in termini di servizi.

Non vogliamo minimamente dare un giudizio di merito sugli epurati, dei quali ovviamente non mettiamo in dubbio professionalità e dedizione.

20130703-233639-480x300

Certamente delle due l’una: o il Sindaco Garozzo, all’indomani delle elezioni che lo hanno visto trionfare con la più bassa affluenza alle urne che la storia di Siracusa ricordi (poco meno del 35%), si è circondato di persone e professionalità assolutamente mediocri, vedendosi costretto dopo poco più di un anno a rivedere un giudizio di merito sugli stessi epurati, oppure Egli, come sembra evidente, ha risposto a delle esigenze che nulla avevano a che fare con l’interesse primario a cui egli stesso deve rispondere e cioè quello di garantire la governabilità della città e l’interesse del cittadino, preferendo logiche trasversali di partito che non interessano alla cittadinanza.

Di certo, in entrambi i casi, il Sindaco Garozzo esce da questa vicenda piuttosto ridimensionato, al contrario di quello che vorrebbe far credere e cioè di essere diventato il RENZI dè noantri.

Nel congratularci con i nuovi Assessori, ci preme solleticare l’attenzione dell’opinione pubblica su una strana e singolare coincidenza di tempi e metodi che ci ha piuttosto colpito.

NUova_Giunta

Con la determina sindacale n°112 del 22/05/2014, cui segue quella dirigenziale n°96 del 12/06/2014 a firma dell’Ing. BORGIONE, dirigente capo dell’UFFICIO TECNICO di Siracusa, si conferisce all’ Avv. GIANLUCA ROSSITTO un incarico per l’espletamento delle attività connesse al passaggio del servizio idrico dalla curatela fallimentare alla gestione in house, per un importo di 5.000 euro (http://files.meetup.com/615487/DD%2096%20del%2012-06-2014.PDF).

La determina recita:

Immagine

Le determine, di per sè, rappresentano un enigma, in quanto le difficoltà degli ultimi giorni, che hanno interessato i lavoratori della ex SAI 8, con i quali il M5S solidarizza in toto, non sono state ancora superate anche per demerito della politica regionale che ha fissato il traguardo della ri-pubblicizzazione, ma non ha definito con quali metodi e processi esecutivi, tale traguardo, possa essere raggiunto.

Pertanto, non capiamo quale valore aggiunto l’Avv. GIANLUCA ROSSITTO possa dare ad una questione che travalica certamente competenze professionali proprie e che sicuramente investe in pieno la politica regionale e la stessa deputazione regionale.

E, dulcis in fundo, ad un’attenta valutazione dei nomi dei nuovi assessori che hanno sostituito i purgati, l’ Avv. ROSSITTO viene imbarcato nella nuova giunta come ASSESSORE alle Infrastrutture e urbanistica, Pianificazione territoriale, Tutela del paesaggio, Legalità e Trasparenza.

Quindi, ricapitolando, il giorno 22/05/2014 l’Avv. ROSSITTO viene incaricato dall’Amministrazione, quale esperto estraneo alla stessa di occuparsi del ritorno alla gestione in house del servizio idrico e pochi giorni dopo, nominato assessore.

Tutto chiaro?

Auguriamo al neo assessore di portare a compimento le mansioni che sono state assegnate con scrupolo e diligenza, e nello stesso tempo ci aspettiamo che, come ASSESSORE alla LEGALITA’ e TRASPARENZA, ufficializzi immediatamente la sua rinuncia ai 5.000 euro che sono stati impegnati al cap. 3975 del Bilancio 2014 titolo 1 funzione servizio 8 intervento 2 denominato “Spese per la collaborazione ad alto contenuto professionale”.

Vogliamo certamente poter credere che il lauto emolumento da Assessore sia sufficiente a coprire le attività previste nella determina dirigenziale sopra citata.

Siamo convinti e sicuri che il neo Assessore, in tempi di forte crisi e in regime di spending review, vorrà lasciare un’impronta di sobrietà e serietà, chiedendo personalmente l’annullamento della Determina.

MoVimento 5 Stelle Siracusa, Grilli Aretusei

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *