Siracusa, Ritirato il vincolo provvisorio su Villa Abela. Zito: “dietrofront inspiegabile della Soprintendenza”

Una villa liberty degli anni ‘20 costruita su latomie di età greca, sottoposta a vincolo provvisorio dalla Soprintendenza di Siracusa nel 2013, potrebbe oggi essere tranquillamente abbattuta perché l’ente ha revocato il suo stesso vincolo.

A sollevare il caso Villa Abela di Siracusa è il deputato regionale del Movimento 5 Stelle Stefano Zito che consegna nelle mani dell’assessore regionale Vermiglio un dettagliato report storico e fotografico chiedendo un’immediata ispezione della Regione alla Soprintendenza di Siracusa.

“Abbiamo verificato la storia di questa villa – denuncia il deputato M5S – raffrontandola peraltro con altre ville del siracusano della medesima zona con pari caratteristiche ed oggi sottoposte a vincoli e tutele. Ebbene non si capisce, fermi restando gli interessi legittimi del proprietario, secondo quale principio, per Villa Abela sia stato revocato il vincolo provvisorio”.

Nell’interrogazione a firma di tutti i deputati regionali del M5S, si chiede inoltre di “procedere ad una nuova ricognizione del patrimonio storico-artistico dell’area in questione, verificando, in particolare, se vi siano altre ville della stessa epoca e del medesimo valore architettonico che non siano adeguatamente tutelate attraverso l’apposizione degli opportuni vincoli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *