Intervista a Stefano Zito

Stefano, come ti senti dopo due mesi scarsi all’ARS rispetto a quando sei entrato?
Inizialmente c’era un attimo di timore, dovuto al fatto che mi imbattevo in qualcosa che effettivamente non conoscevo dall’interno ma solo dall’esterno, però devo dire che questo timore è durato poco. Infatti ho cominciato a comprendere abbastanza velocemente i meccanismi, anche se ci vorrà ancora un pò di tempo prima di avere una visione completa, ma posso dire che ho le idee abbastanza chiare, e questo mi proietta verso quello che poi è il mio ruolo di parlamentare regionale, per cui i timori iniziali hanno via via lasciato spazio ad una grande voglia di fare.

Avete già portato a casa alcune importanti vittorie, ti senti di commentare quelle che ti stanno più a cuore?
Una vittoria che abbiamo portato a casa e che mi preme ricordare riguarda i primi avvisi di garanzia ai consiglieri comunali di Siracusa, scaturiti grazie ad una inchiesta condotta e resa pubblica dal Movimento 5 Stelle Siracusa con in testa il lavoro di Marco Ortisi. Abbiamo prodotto diversi lavori a livello regionale (DDL, Interrogazioni ecc), per i quali contiamo di ricevere delle risposte e soprattutto dei risultati. Un’altra battaglia sempre partita da Siracusa riguarda la rimozione del commissario dell’ATO Idrico 8, il quale si è dimesso a seguito di una nostra interrogazione. Ed ancora voglio accennare a delle inchieste fatte sulle nomine all’ASP di Siracusa, le quali sembrano proprio aver prodotto qualche risultato positivo.
Stiamo lavorando al problema realtivo all’Ospedale di Augusta, relativamente al taglio dei posti letto: vogliamo riusciamo a bloccare questo modo scellerato di concepire la sanità. Faremo una mozione a riguardo, partorita proprio da Siracusa.

Cosa ci dici del tuo 2012?
Da Vigile del Fuoco mi sono ritrovato Deputato all’Assemblea Regionale Siciliana. Il 2012 è un anno partito come tutti gli altri, contraddistinto dalla precarietà (oggi si lavora domani non si sa), passando per l’impegno continuo con il Movimento 5 Stelle, le inchieste che abbiamo portato avanti, i Gazebo nelle piazze in città ed in provincia, la campagna elettorale, la tappa di Grillo a Siracusa, fino ad arrivare all’incarico di cittadino portavoce a 5 Stelle. In definitiva mi si è stravolta la vita, ma questo lo avevo messo in conto. E’ iniziata la parte più difficile ma importante, per cui spero di riuscire a ricambiare le aspettative delle persone che hanno puntato su di me e sul Movimento 5 Stelle.

Cosa ti senti di dire ai siracusani in merito al tuo impegno per il nuovo anno?
Tutti (soprattutto gli attivisti del moVimento), sanno che ho deciso di entrare nella commissione sanità perché è una cosa a cui tengo particolarmente. L’efficienza della macchina sanitaria per me è importante poiché ritengo che la cattiva gestione di questo apparato abbia portato non solo un dispendio di risorse inaccettabile, ma anche e spesso a lutti in famiglia e quant’altro: questa situazione mi ha toccato da vicino negli anni passati per cui mi sento di prendere questo fardello e di portarlo avanti il più possibile. Cercherò dunque di agire come prima accennavo, non solo nei riguardi della sanità della nostra provincia, ma in una prospettiva regionale, visto appunto il ruolo che ricopro, tentando di fermare questa “emorragia di posti letto”. Il risparmio che la regione stava portando avanti in ambito sanitario riguarda solo il taglio dei posti letto! Questa cosa non può funzionare, ritengo che i soldi da risparmiare si debbano cercare da tutt’altra parte, per cui sono già a caccia di questi soldi.
Ma la mia attività si estende comunque ad altri settori della cosa pubblica, per esempio porteremo avanti la battaglia sulle multe per i manifesti elettorali abusivi; o ancora, riguardo l’abbattimento dei costi dei consiglieri comunali e provinciali (per il quale abbiamo già presentato un DDL), abbiamo mandato a tutte le province ed a tutti i capoluoghi di provincia la richiesta di accesso agli atti per la relativa documentazione: per cui andremo a fare le pulci a questo mostro che è stato creato per capire se ci sono altri sperperi di soldi da debellare.
Per il resto o sono sempre disposto a portare avanti battaglie serie di cui si faranno promotori i ragazzi del movimento 5 stelle, o che i cittadini stessi vorranno proporre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.