Ferla, Pantalica e Buscemi per la terza tappa del #TourDeiBeniCulturali

Per la terza tappa del #TourDeiBeniCulturali, domenica 17 febbraio, faremo un balzo indietro nel tempo, giungendo alla Protostoria siciliana, per conoscere il celebre sito di Pantalica, dal 2005 inserito (insieme alla città di Siracusa) all’interno della lista dei Siti Patrimonio UNESCO per le sue straordinarie peculiarità archeologiche, ambientali, naturalistiche e culturali.

Accessibile da due varchi collegati tra loro, sia dal lato di Sortino che dal lato di Ferla (la cosiddetta “Sella di Filiporto”, dalla quale partiremo per il nostro giro) il sito occupa uno sperone calcareo arroccato e protetto da profonde vallate che lo rendevano inaccessibile ed inespugnabile: le famose “cave” iblee.

Conosceremo le origini della storia dell’uomo, dalle fasi cronologiche riferibili all’Età del Bronzo Tardo e Finale, con le suggestive necropoli ad alveare (si contano, in totale, circa 6000 tombe a grotticella artificiale scavate nelle pareti a strapiombo sulla Valle dell’Anapo, oggi “Riserva Naturale Orientata”) che accompagnano il visitatore per tutto il percorso; all’Anàktoron, fondamenta di un grande edificio preistorico tradizionalmente interpretato come residenza legata a un personaggio eminente; per giungere, infine, alle suggestive chiesette rupestri di San Micidiario e San Nicolicchio, resti della presenza umana in età bizantina e medievale, collegate ad abitati “trogloditici”, anch’essi ricavati in grotte di natura calcarea.

Dal XIII secolo a.C. al XIII secolo d.C.: ripercorreremo 2600 anni e più di una civiltà che dà anche il nome a una importante facies culturale della Sicilia orientale; il nostro tour comprenderà anche la visita negli odierni centri abitati di Ferla e Buscemi, dalla ricca veste tardobarocca, oggi inseriti nella rete dei “Borghi più belli d’Italia”.

Sarà un bel momento in cui non solo conosceremo i nostri luoghi e ne apprezzeremo la bellezza, ma ne analizzeremo le contraddizioni e le criticità, per poter trovare possibili soluzioni ad esse.

Il nostro programma:

– ore 9:00 ritrovo di partenza a Ferla, di fronte alla Basilica di San Sebastiano;

– ore 9:30 passeggiata per le vie di Ferla, alla scoperta dei principali monumenti del centro (chiese e palazzi storici), incontrando i cittadini;

– ore 10:30 visita del sito di Pantalica, lato sud: necropoli, Anàktoron, chiese e villaggi rupestri;

– ore 13:30 pranzo in agriturismo (obbligatoria la prenotazione);

– ore 15:00 passeggiata per le vie del centro di Buscemi, alla scoperta dei principali monumenti (ruderi del Castello e del Convento dei Cappuccini, area archeologica con necropoli, chiese e palazzi storici) e dei luoghi della civiltà contadina, incontrando i cittadini;

– rientro previsto per le ore 18:00 circa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.