2° incontro GdL “Disabilità e Politiche sociali”

Marcel Proust diceva che il vero viaggio di scoperta non consiste nel trovare nuovi territori, ma nel possedere altri occhi, vedere l’universo attraverso gli occhi di un altro, di centinaia d’altri: di osservare il centinaio di universi che ciascuno di loro osserva, che ciascuno di loro è. Noi in questo gdl vogliamo cominciare a guardare la città con gli occhi dei disabili.

Sono poche le famiglie italiane che non abbiano o non abbiano avuto tra i loro parenti una persona disabile o un anziano non autosufficiente. Perciò non impegnarsi a costruire un habitat giuridico, fisico e culturale amico della disabilità significa ignorare una grande questione di umanità e civiltà.

Le persone con disabilità non devono solo superare barriere materiali e pratiche, ma anche barriere di indifferenza e di ignoranza, noi dobbiamo impegnarci ad abbattere tutte le barriere materiali ed immateriali di questa discriminazione.

Si deve anche riflettere sul fatto che condizioni speciali, come quelle che impediscono di muoversi, di parlare, di vedere al pari dei cosiddetti ‘normodotati’, non costituiscono solo mutilazioni e perdite. Quelle particolari condizioni servono ad acuire altre capacità, altre attenzioni e sensibilità che fanno della disabilità una potenziale ricchezza nella dimensione dell’etica e dei sentimenti; essa può insegnare molto non solo a chi la subisce, non solo ai familiari ma può nutrire moralmente chi si dedica a queste come ad altre fasce più deboli della società.

Ci vediamo per confrontarci e discuterne giovedì 5 aprile alle ore 19:00 nella sede del MeetUp Siracusa M5S di via Malta, 61.