Assemblea pubblica del gruppo di lavoro sul Randagismo

Da più di sei mesi il Gruppo di Lavoro Randagismo si riunisce per discutere, analizzare le cause del fenomeno del randagismo a Siracusa. Siamo semplici cittadini, volontari, esponenti di associazioni, medici veterinari; siamo spunti dall’amore per i cani e i gatti, queste meravigliose creature indifese e troppo spesso oggetto di indifferenza e maltrattamenti.

Abbiamo trovato il tempo e la voglia di riunirci e fare fronte comune per analizzare il problema e trovare soluzioni concrete, perché siano stanchi delle non risposte che hanno trasformato il fenomeno del Randagismo in un buco nero. Per far fronte a tale fenomeno vengono stanziati più di 1.500.000 euro l’anno ma, inspiegabilmente, la situazione peggiora di anno in anno.

Non abbiamo più intenzione di restare a guardare, non crediamo più a questa classe dirigente che cavalca l’onda emotiva concedendo interviste e tavoli tecnici senza poi far seguire alle parole azioni concrete ed efficaci.

I cittadini che hanno costituito questo Gruppo di Lavoro (GdL) rappresentano l’anima animalista di un Movimento politico che nasce dai cittadini, per i cittadini e per tutti quelli che non hanno voce.
Durante questa Assemblea Pubblica parleremo del fenomeno del Randagismo e degli strumenti legislativi predisposti, ricostruendo la situazione locale ed il sistema che si è strutturato nel tempo (sistema che, più che una soluzione, sembra essere parte del problema). Vi illustreremo i dati che abbiamo raccolto sull’anagrafe canina aggiornati a inizio 2017, vi parleremo della saturazione dei canili, vi illustreremo qualla che sino ad oggi è stata l’azione di contrasto che l’attuale amministrazione si è posta come obiettivo.

Vi parleremo infine delle azioni che intende il M5S Siracusa intende portare avanti per risolvere tale fenomeno qualora fosse chiamato a governare la città e, a chiusura dei lavori, inviteremo tutti i presenti ad intervenore ponendo delle domande o esponendo il proprio pensiero.

Questa Assemblea non sarà un punto di arrivo bensì di ripartenza, sarà un passo avanti verso un traguardo che porterà Siracusa a diventare una città più umana e libera dalla sofferenza che questo fenomeno genera in moltissimi cittadini ed a tutti gli animali coinvolti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *