Siracusa, Avvisi di Accertamento fuori controllo. Cittadini tartassati.

 

Da diverse settimane, migliaia di cittadini siracusani, sono raggiunti da avvisi di accertamento ICI-IMU-TARI etc, che definire “anomali” è davvero riduttivo.

Diverse sono le segnalazioni di avvisi pervenuti contenenti i più disparati errori: cifre gonfiate,  somme non dovute, o anche banali errori di individuazione delle persone fisiche destinatarie e per finire, cittadini invitati al pagamento di tributi relativi ad immobili intestati ad altre persone. E si potrebbe continuare ancora a lungo.

Pertanto, si invitano tutti gli interessati, nel caso in cui abbiano ricevuto questi avvisi dal Comune di Siracusa, a rivolgersi al proprio commercialista, o direttamente all’Ufficio Tributi, dove il personale allo sportello, nonostante il carico di lavoro rilevante, (per colpe non proprie) come si è constato. risponde con professionalità e disponibilità alle richieste di chiarimento e di eventuale annullamento della cartella. Ma non è finita qua.

Nell’analizzare  documenti ufficiali del Comune di Siracusa, si è osservato che il Bilancio del Comune, sia, a tutti gli effetti, pieno di falle.

In particolare, nella parte in cui si fa riferimento ad entrate tributarie che mai verranno riscosse e che, quindi, confluiranno fra i residui attivi che, prima o poi, si trasformeranno in veri e propri buchi di bilancio.

Una manovra astuta, che parte da lontano e non sicuramente da quest’ultima amministrazione, e che la Giunta Garozzo non ha saputo interrompere. Pertanto, è ipotizzabile che in questi anni siano stati approvati dei bilanci non sostenibili, scaricando le possibili, drammatiche, conseguenze sulle future amministrazioni.

In particolar modo e per chiarire, nel 2014 l’Ufficio Tributi di Siracusa ha emesso avvisi di accertamento ICI/IMU per oltre 7 MILIONI DI EURO, riscuotendone però appena il 14%, cioè nemmeno 1 MILIONE di euro. Molto peggio nel 2015, dove l’ammontare degli avvisi di accertamento ICI/IMU emessi è stato di quasi 3 MILIONI E MEZZO di euro e ne sono stati riscossi solo l’1,50%, cioè appena 51.391 euro. Cifra leggermente aumentata a 266 mila euro nel Luglio 2016, ma ben lontana dalla somma iniziale. Ad attestarlo non è il MoVimento 5 Stelle locale, ma le relazioni dei Revisori dei Conti allegate ai Bilanci 2014 e 2015.

Quanto sopra segnalato certifica l’inadeguatezza della gestione amministrativa, fondamentale ed importantissima, affidata all’Ufficio Tributi di Siracusa, al quale spetta un ruolo vitale, per il buon funzionamento dell’istituzione Comunale in quanto consente di incassare le somme dovute e soprattutto perché la sua funzione di accertamento dell’evasione dovrebbe costituire un baluardo contro l’elusione e le varie forme di illegalità. Una funzione totalmente stravolta da una gestione scellerata.

Per questo, si chiede che vengano presi immediati provvedimenti a tutela dei cittadini siracusani onesti che pagano regolarmente le tasse nonché, le dimissioni dell’Assessore competente, Gianluca Scrofani e che siano assunti provvedimenti esemplari nei confronti del personale dirigenziale ed apicale che, nonostante queste inefficienze, percepisce compensi e premialità.

E’ ora di dire basta!!!

MeetUp Siracusa

Stefano Zito, portavoce M5S all’ARS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *